martedì 26 febbraio 2008

Che fortuna essere ammalati negli USA!

Ma chi l'ha detto che negli USA essere ammalati è un dramma per chi non ha assicurazione? Chi l'ha detto che qui chi non può permettersi la sanità privata è destinato a morte certa? Non fidatevi di quel Michael Moore e delle altre malelingue che gettano fango sul sistema sanitario americano: tutto falso! Qui essere ammalati è una risorsa.
Provate ad aprire un giornale qualunque e vi accorgerete delle tante opportunità che vi si presentano se avete avuto la fortuna di ammalarvi. Sfogliamo insieme l'Express (edizione gratuita per la metro del Washington Post) del 19 febbraio.
A pagina 2 troviamo un'interessante offerta per chi ha l'alluce valgo. I ricercatori del Chesapeake cercano volontari per la sperimentazione di antidolorifici da applicare dopo l'intervento correttivo. In cambio offrono visite, esami e l'intervento gratuiti, più un compenso.
A pagina 8 abbiamo due annunci, uno per fumatori che vogliono smettere e un altro per chi soffre di depressione. In entrambi i casi visite ed esami gratuiti, più rimborso delle spese di trasporto.
A pagina 12 un altro annuncio analogo per fumatori; mentre a pagina 18 tornano in scena i depressi, a cui si affianca in questo caso anche un annuncio per gli ansiosi.
Veniamo a pagina 19: pressione alta? Solita storia: visite ed esami gratis, compenso per trasporto e tempo perso. Sulla stessa pagina trovano posto anche i foruncolosi, con almeno 12 anni, 20 brufoli e 25 punti neri sulla faccia: esami gratis e fino a 100$ per la partecipazione.
Pagina 20: "Mezza età, menopausa e sbalzi d'umore? Chiamaci e aiutati aiutando gli altri!"
La pagina 24 è una vera e propria miniera d'oro, interamente dedicata al tema, con ben 6 (SEI) annunci: volontari sani fra i 18 e i 45 anni, donatori di midollo osseo, ansiosi, sofferenti di insonnia, sofferenti di mal di schiena per sperimentare antidolorifici e consumatori di antidolorifici per sperimentare nuovi medicinali contro l'ulcera da abuso di antidolorifici.
Si chiude con pagina 25: sopravvissuti al cancro.

Questi sono solo gli annunci che si possono trovare nel piccolo giornale distribuito ogni giorno gratuitamente nella metropolitana di Washington. E non sono neanche tutti quelli che hanno a che fare con la sanità, perché ho tralasciato le pubblicità di dentisti (la mia preferita è "Prova il dentista di cui tutti stanno parlando!), programmi per la perdita di peso, oculisti ecc.
Fortunatamente, ogni tanto, ci mettono anche l'ironia, come nella rubrica "Ipocondriaco", ovvero "Ciò che potresti avere ma probabilmente non hai". Il titolo di oggi è: "La tua urina puzza di sciroppo d'acero?". Ora, ve lo immaginate l'ipocondriaco che legge quest'articolo e viene a sapere dell'esistenza del "Maple Syrup Urine Disease"?

3 commenti:

luisa ha detto...

Sono capitata per caso nel tuo blog..e devo complimentarmi per le tue foto,sai cogliere e trasmettere forti emozioni.
Ti assicuro che leggere le tue parole mi consola....
Io che amo sognare e viaggiare,
sarò felice di ammirare le tue foto
terrò d'occhio il tuo blog che mi permette di conoscere altri aspetti della vita americana,
ciao

marco ha detto...

grazie 1000 per il tuo commento, mi fa molto piacere che apprezzi le mie foto, per quanto non siano niente piu' che semplici scatti amatoriali...
ciaociao

Cicabuma ha detto...

Molto divertente il tuo post...
Certo, è sempre meglio stare bene, ma a quanto pare il USA essere malati è un business...
Un abbraccio
Francesca